In totale questa settimana (compresi anche sabato e domenica) ho lavorato 86 ore.
Mi è stato detto “complimenti per l’ottimo lavoro e grazie per la disponibilità”.
Ho risposto prego, ci mancherebbe, ma devo dire che se i ringraziamenti fossero sottolineati dal suono del frusciare di un paio di 50 euro, probabilmente suonerebbero meglio.

Mi è stato risposto che sono venale.

Devo ricordarmi di rispondere così al mio dentista la prossima volta che mi presenta il conto.
Già.

Chiedere di essere pagata per le ore di straordinario è un mio diritto.

Pagarmi per il lavoro che faccio dovrebbe essere un dovere.

Ecchecccazzo!