Il mio nipotino ha portato a casa la pagella.
E’ un tripudio di otto e di nove.
Neanche io nei tempi migliori sono riuscita a fare meglio.

Si, certo, sono molto orgogliosa di lui.

Ma c’è un fatto: dubito che i voti così alti facciano bene ai bambini.

Sapranno abituarsi poi alla realtà? Quando si troveranno a scontrarsi con pagelle meno auliche di istituti superiori, ce la faranno?
Una discesa dei voti sarà ovvia e inevitabile con il passare degli anni.
Non li staremo abituando troppo bene?

Non li staremo illudendo?
Credo che il massimo che si debba dare, per principio, sia 8.
Abbassiamo le medie senza timori.

Lasciamo che i 9 e i 10 siano traguardi possibili ma lontani: trionfi da raggiungere a fatica. Credo che sia più educativo.
Lasciamo i 10 come evenienza eccezionale che ti capita una volta nella vita- o forse mai.
Che male c’è a essere imperfetti?