Che fine fa l’amore che pensavamo di provare?
Che fine fa quello che pensavamo provassero gli altri?

Non ho una data di fine.

Non so neanche dire quando è cominciato il declino e perché.
So solo che non capisco.

Non so il perché di quel rimandare di continuo.
Non so il perché di quel non dire. Il negare.

Non so tutti quei “adesso non ho tempo, ti richiamo io”.
“la prossima settimana… forse”

Io non ho chiamato più.
In memoria ho solo una telefonata non risposta e un messaggio di auguri di natale, di quelli che faresti pure a tua zia.
Cancellerò anche quelli.

Se ci si arrende subito non era amore.

Se si è arreso subito è perché non gli piacevo abbastanza.

In questi mesi nient’altro.
In questi mesi è stato tutto il silenzio dell’orgoglio.
Io non ti cerco più.
Io non voglio più sapere niente di te.
Lo sai: io tutti i giorni leggo il tuo oroscopo e spero che tutto ti vada male.

Io non ti perdono per avermi detto “ti voglio bene” e per aver dimostrato in modo così subdolo che non era vero.
Non me lo sono meritato d’essere trattata così.

Non me lo sono meritato.