Beatrice Borromeo non mi piace.
Non mi piace a pelle, per pura simpatia personale.
Non mi è piaciuta l’unica volta che l’ho vista ad Anno Zero, infatti ho cambiato subito canale.
Non mi piace neanche ora.
E’ la classica persona con la quale, temo, avrei poco da spartire.
Forse è colpa anche dell’ambiente da cui arriva e in cui si è formata.
Nascere in una famiglia ricca è diverso, non c’è niente da fare.

Trovo che non sia una comunicatrice. Colpa del modo di parlare, del tono… non so.
Non la amo.
Ma ciò non toglie che quello che le è capitato dalla Bignardi sia sbagliato.
La censura è un atto gravissimo. E’ il termometro della libertà d’opinione.
Da lì alla dittatura il passo è breve (anzi: l’avete visto il film “L’onda”? Ve lo consiglio. E’ illuminante).

Da qui in poi tifo per lei, senza simpatia, ma tifo per lei.
Quando una ha ragione, ha ragione.

La trovate qui:
http://www.youtube.com/watch?v=XKPVCatNPgo.