Tu non lo sai.
Tu non lo sai come parla di Napoli.
Tu non lo sai che ti fa ascoltare “Napule è” da youtube.
Tu non lo sai che ogni tre per due ferma il cursore per tradurti la canzone e fartela capire meglio.
Tu non lo sai come sorride.
Come gesticola.
Come dice orgoglioso “ce l’abbiamo solo a Napoli una parola così bella per definire i bambini: ‘le creature’!”
Tu non lo sai quando ti dice “E’ vero: a Napoli il rumore sale dalla strada e ti entra fino in casa. E tu davvero lo senti che non sei solo”.

Tu non lo sai quant’è fiero di quella città. E come la racconta.
Tu non lo sai quanto è stato felice lì.
Non lo sai, Cannavaro.
Tu non lo sai quanto Roberto ami la sua città.

Non lo sai.

Quindi fammi la cortesia di andartene a ‘fanculo con tanti cari saluti.