“Mio padre ha la fidanzata di 22 anni!”
Lì per lì resto un po’ stupita, perché il padre della mia amica non mi sembra questo gran che.
Non particolarmente bello. E neanche troppo interessante come uomo. Ma per carità: ci sono donne a cui piace.
A lei ormai le nuove fidanzate di lui fanno poco effetto. Ci scherza sopra.
Poi puntualizza
“è la badante dei miei nonni”
Ah.
Perché mi sembra tutto più facile ora? O meglio. Perché mi sembra più facile diventare maligna?
Solo il mese prima mi aveva detto che stava con una di 30 anni (quindi di 20 anni più giovane di lui).
Ora l’età media si è abbassata ancora.
Ne cambia in continuazione. E ormai si rivolge solo alle badanti.
Prima ha avuto tutta una rassegna di russe. Poi è passato alle peruviane. Ora è il periodo delle ecuadoregne.
E non è il solo. Dalle mie parti ormai è diventato abbastanza usuale vedere uomini un po’ attempati, o che comunque in vita loro hanno avuto sempre ben poco a che fare col gentile sesso, accoppiarsi con russe o cubane.
Le motivazioni?
Sono più ubbidienti, non come le italiane che non vogliono fare più niente”
“Sono tranquille”
“Regali loro una collanina e sono contente”.

Già.
L’italiano medio sta riscoprendo la femmina tutta casa, chiesa e vodka.
Donna e buoi dei paesi suoi.
Finché dura. Perché spesso dura solo il tempo di capire come funziona la comunione dei beni. E poi ciao.