Ieri avrei morso alla giugulare i simpaticissimi PR dell’agenzia di Durex che mi hanno mandato il comunicato stampa leggermente manchevoli di dettagli.
Sono felice di parlare di preservativi perché con il caldo si zompa che è una gioia, a tutti partono le fregole. Lo faccio ancora più volentieri visto che Durex mi ha fatto pervenire il comunicato stampa di 4 cofanetti che venderà solo online su e-bay, su Amazon, su Groupon e su Privalia. Fin qui tutto bene, direte voi. Sì, dico io, ma mo’ viene il bello.

Dal comunicato stampa so che i cofanetti sono ben 4 –

Love Collection (€ 28,90 per 30 profilattici)

Surprise Me Deluxe (€ 32,90 per 30 profilattici)

Surprise Me Variety (€ 32,90 per 40 profilattici)

Fun Explosion (€ 32,90 per 40 profilattici).

Giuro che mi piacerebbe potervi dire in cosa differiscono i preservativi, le caratteristiche delle versioni e la motivazione dei nomi. Giuro, lo farei tanto tanto volentieri, peccato che nel comunicato stampa non ci sia scritto e io non ho idea in cosa differisca il box “Fun Explosion” rispetto al “ Surprise me Deluxe”.
(Lo so, potrei andare a cercarmelo su uno dei suddetti portali e scartabellarmi le 4 versioni per capirci qualcosa, il fatto è che sto preparando le valigie per partire per il mare e credo che mandare un comunicato stampa con giusto quei 4 dettagli utili forse sarebbe stato più sensato).

Se la matematica non è un’opinione a pelle vi posso dire che io acquisterei i due finali visto il rapporto quantità prezzo, ma a parte questo non chiedetemi in cosa differiscano perché non è mi dato saperlo.

Pare che la campagna di lancio verrà supportata da video e recensioni di blogger che spiegheranno l’utilizzo (!) – e aggiungo no, non ho visto nulla, immagino che i colleghi stiano girando or ora stories interessantissime dove forse li gonfiano perché mostrarli quando se li infilano temo non sia possibile.
Punto di forza dei box è la discrezionalità (vi faccio uno spoilerone: le dimensioni del pack sono tali che entra facilmente in tutte le cassette della posta – ve lo dico: il vostro urlo di giubilo si è sentito fin qui).
Inoltre ci saranno dei banner per guidarvi all’acquisto senza errori, e la mail box dal tono amichevole (perché notoriamente ogni brand ti tratta da stronzo quando ti contatta).

Posso dirvi che ho delle foto della festa di lancio con la sorella di Belen e un tizio a me sconosciuto di cui non vi riporto il nome perché tanto non ho idea di chi sia.
La festa immagino sia stata bella: si vede gente che ride, che si fa fare foto buffe davanti al wall con scritto Durex e che viene omaggiata di lecca lecca colorati come i preservativi. Se vi interessano ve le giro, non credo che ci siano problemi di copyright. Ma oltre a questo giuro che non so cosa raccontarvi.

Fatto questo, sì, io ve lo dico anche di comprarli, che comunque è il consiglio più sensato che possa darvi una che fa la sexblogger come me.

Ah, dimenticavo: nel comunicato c’è scritto che il 52% degli intervistati dichiara che preferisce acquistare online perché reputa i prodotti migliori
Il 32% lo fa per questioni di convenienza
Il 28% per questioni di imbarazzo
Il 23% perché pensa che le confezioni siano più grandi e contengano più prodotto.
Lo 0% lo fa perché glielo dice la Maran. Questo lo garantisco io.

Il mio dovere l’ho fatto.
Voi usate il preservativo e per favore, dite alla Durex di scrivere comunicati stampa più esaustivi, altrimenti mi tocca trattarli male, e mi dispiace, visto che dopotutto gli sono affezionata.